STRATEGIE DI GIOCO: IO VINCO SOLO SE TU PERDI di Fernanda Zanier

Posted · Add Comment


STRATEGIE DI GIOCO: IO VINCO SOLO SE TU PERDI


Tempo fa andai su una pagina web nella quale si presentavano alcuni giochi sociali che, a differenza dei solitari, prevedevano un secondo giocatore.

Scelsi un gioco nel quale vinceva chi accumulava più patate e dove spesso erano le mosse dell’avversario a determinare un vantaggio o uno svantaggio, così come accade nella vita,  secondo l’ ottica “io devo vincere e vinco se tu perdi”. 
Le regole con le quali gli interlocutori giocavano erano sempre le stesse ed il “divertimento” stava solo nel avere un perdente dall’altra parte.
Trovavo noioso ed anche avvilente osservare la scarsa fantasia indotta dal gioco in sé. Variava talvolta solo l’abilità strategico – spaziale del muovere gli oggetti, allo scopo di ottenere un vantaggio, sempre e solo a discapito dell’altro.
Giocai con molte persone, alcune erano volutamente lente perchè aspettavano solo che tu facessi una mossa infelice per vincere; di fatto non giocavano perchè contava solo prendersi più patate dell’altro.
Raccontata così fa sorridere, credo, ma se la contestualizzate metaforicamente in un ottica relazionale, potrete osservare non solo le stesse dinamiche, ma anche quanto spesso le persone utilizzino gli stessi automatismi consolidati ed inconsapevoli, dove uno gioca la relazione secondo una modalità duale: io vinco se tu perdi ( io ho ragione e tu torto, io sono meglio e tu peggio, io sono un uomo e tu una donna, tu sei gay ed io etero….ecc).
Sì, certamente il gioco prevedeva uno sconfitto e quindi la meta regola sottesa era: “Tu vinci se lui perde”, ma è appunto la stessa meta regola, in uso anche nella nostra vita relazionale e sociale, dettata da un sistema che fa della speculazione delle debolezze un sistema di vita,  e delle diseguaglianze la sua forza motrice.
Una meta regola della quale pochi sono consapevoli, ma che ci condanna tutti, vinti e vincitori, alla perdita della nostre caratteristiche umane migliori: la fantasia e la creatività.
Una sera, in una di queste tristi partite, mi capitò un interlocutore molto diverso: non giocava per vincere le patate, anzi, di fronte alla possibilità di accumularle, evitava accuratamente di farlo, preferendo e proponendomi di uscire dalla logica vincente del gioco.
Se si portava in vantaggio, mi regalava patate sino al pareggio ed io facevo lo stesso quando lui/lei era in svantaggio; pertanto eravamo sempre alla pari. Giocavamo per giocare con una nuova meta regola: nessuno vinceva ne perdeva. Mi divertii molto. Ero ammirata e stupita di aver trovato una persona così… non saprei come definirla, ma a lui/lei ed a tutte le persone in grado di uscire da quest’ottica win-lose dedico questo articolo, sapendo che meriterebbero un monumento per il loro coraggio.
Dopo questo “incontro” non ho più aperto quel gioco.

http://blog.libero.it/fernandazanier/10404974.html

Condividi Condividi

  INSERENDO LA MAIL PUOI RICEVERE IN ANTEPRIMA GLI AGGIORNAMENTI DEL BLOG E COMUNICARE CON L’EQUIPE DEL CENTRO PSICOLOGIA E PSICOTERAPIA
Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti del blog: Delivered by FeedBurnerCondividi

Pagina a cura di:    
CENTRO PSICOLOGIA PSICOTERAPIA   
TORINO  
via Gropello 24 Torino    
+39 011 76 50 224      
+39 338 42 42 415   
alomalto@gmail.com        
Responsabile scientifico
Dott Alessandro Lombardo   
Psicologo – Psicoterapeuta
Torino
Psicologo Torino

Centro Psicologia e Psicoterapia Torino


Warning: include(/index.php): failed to open stream: No such file or directory in /home/centr424/public_html/wp-content/plugins/social-share-button/includes/class-shortcodes.php on line 41

Warning: include(/index.php): failed to open stream: No such file or directory in /home/centr424/public_html/wp-content/plugins/social-share-button/includes/class-shortcodes.php on line 41

Warning: include(): Failed opening '/index.php' for inclusion (include_path='.:/opt/cpanel/ea-php72/root/usr/share/pear') in /home/centr424/public_html/wp-content/plugins/social-share-button/includes/class-shortcodes.php on line 41

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
 
DMS