SINTOMI BULIMIA
Riconosci ed affronta i sintomi della bulimia a Torino grazie all’aiuto del Dottor Lombardo

In un mondo in cui lo stress crea una pressione schiacciante, si può incorrere in tutta una serie di disagi psicologici, che spesso restano silenti all’occhio esterno, ma si manifestano con alterazioni comportamentali di vario tipo, alcuni dei quali sfociano nei disturbi alimentari e in una progressiva disfunzione della visione di se stessi, come nel caso della bulimia. Il primo passo per cercare di migliorare la propria vita e di risolvere un problema che alla lunga comporta conseguenze abbastanza serie come le abbuffate di origine nervosa, è quello di contattare un professionista che vi aiuti a superarlo.

Laureato in psicologia con successiva specializzazione in psicoterapia, il dott. Alessandro Lombardo, fondatore e direttore scientifico del Centro Psicologia Torino, si occupa da diversi anni del trattamento dei disturbi del comportamento alimentare, aiutando pazienti maschi e femmine di tutte le età a ritrovare una più positiva percezione del sé, nel percorso che conduce a smettere con abbuffate e digiuni ossessivi, aiutando a riconoscere e a superare i sintomi della bulimia a Torino e provincia.

Riconoscere e curare la bulimia e i suoi sintomi

La bulimia nervosa è un disturbo alimentare caratterizzato da periodiche ingestioni di quantità spropositate di cibo in periodi di tempo relativamente brevi.

Tali episodi in cui avviene una smodata ingestione di cibo (più semplicemente abbuffate), sono spesso caratterizzati dalla predilezione per alimenti particolarmente grassi, zuccherini e calorici, e generalmente seguiti da forte senso di colpa e vergogna che inducono il soggetto bulimico a ricorrere a diversi metodi di eliminazione: tra questi i principali sono il vomito autoindotto, l’assunzione di notevoli quantità di lassativi e diuretici o l’esercizio fisico eccessivo.

Non ci sono “segni esteriori” che permettono di riconoscere un bulimico a prima vista: chi soffre di questo disturbo, all’origine esclusivamente psicologico, spesso non manifesta alterazioni di peso, e può indifferentemente trovarsi in stato di leggero sovrappeso, normopeso o magrezza.

I sintomi della bulimia sono più che altro associati alle conseguenze del vomito ricorrente, il quale a lungo andare provoca:
• erosioni dentali dovute al frequente contatto tra smalto e succhi gastrici;
• escoriazioni o calli sulle nocche, in quanto spesso le mani sono il mezzo con il quale il bulimico si provoca il vomito;
• gonfiore e dolore delle guance e della mandibola;
• gonfiore alle ghiandole salivari e mal di gola;
• occhi arrossati e capillari in evidenza a seguito dello sforzo da vomito.
• disidratazione e crampi muscolari;
• vertigini e disturbi della circolazione;
• dolori di stomaco, costipazione o diarrea, flatulenza e crampi addominali.

Riconosci ed affronta i sintomi della bulimia a Torino grazie all’aiuto del Dottor Lombardo: contattando il Centro Psicologia Psicoterapia di Torino avrete tutte le informazioni necessarie.

Sintomi e conseguenze psico-fisiche della bulimia

Quando i sintomi della bulimia si protraggono più a lungo nel tempo, il continuo ricorso a abbuffate e vomito può ingenerare una serie di conseguenze psico-fisiche più gravi, che includono:
• anemia;
• aritmie cardiache e polso debole;
• pressione bassa;
• compromissione della funzionalità renale;
• carie, gengiviti, denti sensibili con erosione dello smalto, ulcere buccali;
• lesioni e infiammazioni dell’esofago;
• irregolarità o assenza del ciclo mestruale;
• diminuzione dell’attività sessuale.
Dal punto di vista psicologico, conseguenze e sintomi della bulimia includono crisi d’ansia, scarsa autostima, continua e ossessiva paura di ingrassare e attenzione alle forme fisiche, depressione e ricorso a sostanze stupefacenti: tutti elementi che, pur non rientrando nei sintomi bulimici propriamente detti, possono essere considerati segnali d’allarme.

In considerazione del fatto che la tempestività è un fattore decisivo nell’aiutare il paziente a smettere con le abbuffate e uscire dalla sindrome bulimica, si suggerisce ai genitori di ragazzi adolescenti che presentano attenzione ossessiva al cibo e al peso corporeo di fare grande attenzione ai succitati sintomi della bulimia, così come ai sintomi dell’anoressia e agli altri disturbi del comportamento alimentare (DCA).

Questi naturalmente non riguardano esclusivamente le giovani donne (anche se l’incidenza maggiore dei disturbi alimentari si osserva soprattutto tra le ragazze e le giovani donne di età compresa tra i 12 e i 35 anni), poiché il fenomeno si osserva anche nella popolazione maschile e in soggetti di età adulta.

In ogni caso, saper riconoscere i sintomi della bulimia a Torino è possibile grazie al lavoro del Dott. Lombardo: può essere utile sia a chi teme di esserne affetto, sia a chi vive con una persona che manifesta questo tipo di disagio, e ricorrere al più presto all’aiuto psicologico può davvero fare la differenza.

L’unico modo ad oggi noto per curare le abbuffate e aiutare il soggetto bulimico consiste nel rivolgersi al più presto a un valido studio di psicoterapia, come il Centro Psicologia Torino, gestito dal Dott. Alessandro Lombardo in collaborazione con la dott.ssa Armillotta.

Se avete riconosciuto alcuni dei sintomi descritti come propri di una persona a voi cara e siete giunti su questa pagina in cerca di informazioni sulla bulimia, le abbuffate e gli altri sintomi dei disturbi del comportamento alimentare, sicuramente siete spinti dal desiderio di aiutarlo/a.

Se è vero che per affrontare un problema delicato e fonte di grave sofferenza quale è la bulimia occorrono da un lato conoscenze e una formazione clinica adeguata che consentano di fornire il giusto supporto psicologico, dall’altro però non bisogna dimenticare che il bulimico è innanzitutto in cerca di amore, comprensione e umana rassicurazione.

Per cui riuscire a dimostrare umane doti di delicatezza e sensibilità che sappiano far sentire la persona capita, rassicurata e non giudicata, può aiutarla a vincere il forte senso di colpa, vergogna e disistima causato dagli episodi bulimici, che spesso hanno come conseguenza depressione, isolamento, apatia, perdita della fiducia in sé stessi e della voglia di vivere.

Spesso inoltre i pazienti bulimici manifestano la tendenza a sminuire il problema, mentendo o rinnegandolo, per cui è importante che genitori o conviventi della persona in cui si siano osservati i sintomi ne parlino con delicatezza. Quello che deve emergere è l’interesse per la persona e la preoccupazione per la sua salute, suggerendo con dolcezza di richiedere il supporto di professionisti competenti specializzati nel trattamento dei sintomi da disordini del comportamento alimentare.

Nel caso in cui la persona con problemi di bulimia non sia disposta ad ammettere il problema e dunque a cercare aiuto, i famigliari potrebbero comunque beneficiare del parere di uno psicologo, ed eventualmente intraprendere un percorso di cura in prima persona: spesso i disturbi alimentari sono infatti il campanello di allarme che segnala la presenza di grosse problematiche in famiglia, che necessiterebbero di un trattamento psicologico specifico.

Volete riconoscere e affrontare i sintomi bulimia a Torino o ritenete di aver bisogno di indicazioni sul modo migliore di aiutare una persona con sintomi bulimici? Potete rivolgervi al Centro Psicologia di via Vassalli Eandi, 27, diretto dal Dott. Lombardo in collaborazione con la Dott.ssa Armillotta.

Sintomi della bulimia Torino: perchè affidarsi al Dottor Lombardo

I pazienti bulimici posso guarire dalla malattia con un adeguato percorso terapeutico da seguire insieme a uno psicoterapeuta di fiducia. A Torino, in via Vassalli Eandi 27, il Centro Psicologia e Psicoterapia, diretto dal dott. Lombardo può essere un ottimo punto di inizio per uscire dalla patologia.

Gli interventi per la cura della bulimia sono di diverso tipo, e possono includere:
• psicoterapia individuale, famigliare e di gruppo;
• terapia farmacologica con uso di psicofarmaci per la cura di stati di ansia e depressione;
• terapia nutrizionale elaborata in collaborazione con uno specialista della nutrizione per rieducare il paziente a uno stile di alimentazione corretto;
• gruppi di auto-aiuto che possono portare il malato ad avere maggiore consapevolezza di sé riconoscendo i propri sintomi (e dunque il disturbo) nel gruppo dei simili;
• colloqui di supporto con genitori e familiari per aiutarli a conoscere la malattia e sostenerli durante il percorso di cura del soggetto bulimico.

Qui, la persona in difficoltà può essere aiutata, ascoltata e guarita attraverso un percorso di cura personalizzato che permetta al paziente di affrontare e vincere un problema dal quale non può uscire da solo. Mettersi in contatto con il Centro Psicologia e Psicoterapia Torino è semplice: basta telefonare al numero 329 0361601.

I disturbi del comportamento alimentare sono una malattia per cui, se si è bulimici o si conosce chi può esserne affetto, affidarsi a persone esperte e capaci è tanto necessario quanto indispensabile prima che la malattia diventi essa stessa la vita. Scegli di curare i sintomi della bulimia a Torino grazie al supporto del Dottor Lombardo. Ulteriori approfondimenti sulle abbuffate e sulle caratteristiche dei disturbi alimentari sono disponibili qui:

Disturbi del comportamento alimentare 

Guida sui disturbi del comportamento alimentare